I migliori film e serie TV tratte da videogame

I migliori film e serie TV tratte da videogame

Sono tanti gli universi in pixel e poligoni che hanno ispirato lungometraggi e serie TV, ma solo alcuni hanno saputo convincere i fan. Scopriamoli insieme.

L’universo videoludico moderno è molto diverso rispetto a quello degli albori. Così come diversa è la percezione dello stesso medium, capace di guadagnarsi una sua peculiare dignità nel panorama complessivo dell’entertainment.

Il merito va sicuramente alle tante novità di gameplay messe in campo dalle principali software house, così come pure ad un comparto grafico che è praticamente vicinissimo al fotorealismo, a maggior ragione ora che sono disponibili le console di nuova generazione a marchio Sony e Microsoft – le richiestissime PS5, Xbox Series X e Xbox Series S. Soprattutto, però, a conquistare il pubblico sono storie sempre più avvincenti e complesse, che non hanno nulla da invidiare alle più blasonate produzioni per il piccolo e il grande schermo.

Non è un caso che Hollywood abbia più volte bussato alla porta dei producer videoludici, così come non dovrebbe stupire che più di un network si stia interessato alla realizzazione di diverse serie televisive ispirate alle realtà care ai gamer. Tanto è vero che molti portali che in precedenza si occupavano solo di cinema o TV hanno persino iniziato ad aprire sezioni dedicate ai videogiochi, e spesso trattano di argomenti “ibridi” che appartengono ad entrambi i mondi. Ne troviamo un recente esempio nella sezione dedicata alle news sui videogiochi del sito NoSpoiler.

In questo speciale andremo allora a proporvi alcuni dei migliori film tratti da videogame, così come gli show in cantiere che paiono più promettenti.

I migliori film tratti da videogiochi

Per la nostra selezione dei migliori film tratti da videogiochi abbiamo naturalmente optato per non includere le opere ancora in fase di realizzazione – seppur ammalianti, come ad esempio Monster Hunter o Uncharted -, assieme a quelle che non sono purtroppo riuscite ad onorare il franchise a cui devono la propria ragion d’essere.

Angry Birds – Il film (2016)

L’anonimo uccello arrabbiato rosso di Rovio ha conquistato una storia e un carattere nel film d’animazione di Angry Birds, sbarcato nelle sale nel 2016. Dal celebre puzzle game, Clay Kaytis e Fergal Reilly hanno tratto la loro idea di raccontare le avventure di Red, un uccello che vive da solo come un eremita, scontroso ed emarginato, con la tendenza ad avere attacchi di rabbia.

Assassin’s Creed (2016)

Nonostante la sua relativamente giovane età, il brand di Assassin’s Creed è uno dei più noti anche a chi non mastica il linguaggio nerd. Nel 2016 è passato dai cinema di tutto il mondo grazie al lungometraggio diretto da Justin Kurzel, e con protagonista nientemeno che Michael Fassbender – anche in veste di produttore.

Final Fantasy VII: Advent Children (2005)

Se il remake del settimo capitolo ha conquistato i possessori di una PS4, il film in computer grafica che gli fa da sequel ha saputo convincere anche i fan più esigenti. Ci riferiamo a Final Fantasy VII: Advent Children, diretto dal visionario Tetusya Nomura e ambientato due anni dopo le vicende del gioco.

Mortal Kombat (1995)

Quando si parla dei migliori film tratti dai videogame è praticamente impossibile saltare Mortal Kombat, trasposizione della celebre e violentissima saga picchiaduro tutta combo e Fatality. Dietro la macchina da presa troviamo Paul W. S. Anderson, mentre tra gli attori protagonisti abbiamo Robin Shou, Christopher Lambert, Linden Ashby, Talisa Soto, Bridgette Wilson e Cary-Hiroyuki Tagawa.

Pokémon: Detective Pikachu (2019)

I più informati sapranno già che i coloratissimi Pokémon hanno più volte flirtato col mondo del cinema incarnandosi in numerosi film d’animazione, ma è Pokémon: Detective Pikachu – classe 2019 – il primo film di Pokémon realizzato in live action. A dare lustro a questa co-produzione tra USA e Giappone vi è l’attore Ryan Reynolds, che presta la sua voce al topo elettrico di Nintendo nella versione originale.

Resident Evil (2002)

Quella di Resident Evil è la saga videoludica che più di tutte ha morso la celluliode con il fare famelico di un non morto. L’immaginativo survival horror di Capcom ha intrattenuto gli spettatori con fortune alterne, ma è il primo film del 2002 ad aver colto davvero nel segno, pur allontanandosi dalla narrazione originale.

Silent Hill (2006)

Anche l’altro marchio survival horror per eccellenza, Silent Hill, ha fatto bene al cinema soprattutto con il primo capitolo omonimo. Uscito nelle sale nel 2006, vede alla regia Christophe Gans e presenta molti tratti dal gioco, soprattutto i mostri (Silent Hill 2), le ambientazioni (Silent Hill) e la colonna sonora, composta da molti brani sentiti nei vari episodi.

Tomb Raider (2018)

Lara Croft non è solo l’eroina più iconica dell’intera industria del gaming, ma ha anche varcato i confini di PC e console per esplorare tombe in tre diversi film. Archiviati i deludenti lungometraggi con protagonista Angelina Jolie – Lara Croft: Tomb Raider del 2001 e Tomb Raider – La culla della vita del 2003 -, la bella archeologa britannica ha “preso vita” grazie ad Alicia Vikander, che ha prestato volto e talento per il reboot del 2018.

Le serie TV tratte da videogame in uscita

A differenza di quanto accaduto per i film, le serie TV tratte da videogiochi stanno iniziando ad affacciarsi sui nostri schermi solo di recente. Al netto del grande successo di The Witcher su Netflix – che in verità si ispira ai romanzi che hanno generato a loro volta la trilogia poligonale -, più di un network ha puntato i riflettori su eroi e trame legate al mondo nerd. Tra gli show più interessanti in arrivo citiamo The Last of Us, prodotto da HBO, il Fallout dagli stessi autori di Westworld per Amazon Prime Video, e le trasposizioni seriali di Resident Evil e Assassin’s Creed, sempre a marchio Netflix.