Mancano pochi giorni al debutto dell’attesissimo Resident Evil 7 e in rete iniziano a trapelare già una serie di anticipazioni. Tra le novità emerse ce n’è una più importante delle altre: la conferma dell’esistenza di tre livelli di difficoltà.

Gli utenti potranno quindi optare per i livelli Casual, Normale e Madhouse, l’ultimo dei quali trae ispirazione dai primissimi episodi della serie. In particolare, impostando Madhouse ci si dovrà confrontare con un’avventura tutt’altro che semplice: secondo quanto emerso, con la modalità Madhouse i giocatori potranno fare affidamento sui checkpoint e il salvataggio della partita potrà esser fatto solo tramite l’utilizzo delle casette.

Ciò significa che bisognerà valutare con attenzione quando effettuare o meno il salvataggio. Inoltre, la salute del protagonista non si rigenererà e i nemici avranno un’aria più temibile visto che diverranno più veloci, più potenti e capaci di utilizzare gli attacchi speciali.

Se Madhouse si proporrà come un livello di difficoltà piuttosto complesso, tutt’altro si può dire delle modalità Casual e Normal che saranno decisamente più semplici. In entrambi i casi, infatti, la salute si rigenererà e i checkpoint ci saranno (sebbene in Normal saranno un po’ meno frequenti rispetto alla Casual, laddove invece i giocatori potranno contare su salvataggi inesauribili).

Ricordiamo che Resident Evil 7 debutterà il 24 gennaio su PC, Xbox One e Playstation 4.