Pokemon Go: giocatore scambiato per un ladro

Pokemon Go, giochi Pokemon, giochi mobile

Non appena hanno visto che nei dintorni delle loro abitazioni si aggirava un uomo con in mano il suo cellulare si sono talmente tanto insospettiti da telefonare alle forze dell’ordine per richiedere un pronto intervento. È quanto accaduto a Cislago, vicino Saronno, dove un innocuo “cacciatore di Pokemon” è stato scambiato per un topo d’appartamento.

Pensano ad un ladro, ma è solo un cacciatore di Pokemon

Il fare sospetto con cui l’individuo scandagliava ogni angolo del quartiere ha fatto venire molti dubbi ai residenti della zona, che hanno subito pensato ad un malvivente che stava “studiando” un colpo.

Per questo, alcuni di loro hanno deciso di telefonare alla polizia avvertendoli che all’esterno delle loro case era presente questo strano figuro. La polizia di Cislago ha recepito la segnalazione e sul posto è stata subito inviata una Volante per cercare di capire meglio chi fosse quell’uomo e cosa stesse cercando di fare.

Una volta individuato, gli agenti si sono avvicinati all’individuo e hanno subito capito che non si trattava affatto di un ladro, ma solo di un ragazzo che si aggirava nel quartiere a caccia di Pokemon.

Tre anni fa scoppiò la mania

In molti ricorderanno quanto accaduto tre anni fa, quando il gioco Pokemon Go divenne una vera e propria mania in tutto il mondo. Sul web comparivano spesso video esilaranti con decine, in alcuni casi centinaia di persone che si recavano in parchi e piazze delle proprie città per cercare i Pokemon.

Un’ossessione che aveva creato anche alcuni problemi e soprattutto equivoci, come quello che si è verificato nel quartiere del comune in provincia di Varese. Il giovane, mortificato per l’accusa, ha subito mostrato ai poliziotti lo schermo del suo smartphone a riprova del fatto che le sue intenzioni erano assolutamente pacifiche. Gli stessi agenti hanno poi provveduto a tranquillizzare i residenti.