Minecraft: uno studente realizza un modello di apparato digerente

Minecraft, apparato digerente, videogiochi sandbox

190 milioni di copi vendute, tantissimi premi vinti, ritenuto da molti come uno dei giochi più influenti della storia del “gaming”. Stiamo parlando di Minecraft, il videogioco di tipo sandbox che ha conquistato milioni e milioni di utenti negli ultimi dieci anni e che punta a diventare ancora più accattivante e coinvolgente.

Deve realizzare un modello di apparato digerente: lo fa servendosi di Minecraft

Il successo viene ancora meglio chiarito se si analizzano i dati che riguardano i giocatori attivi ogni mese: Minecraft, infatti, è riuscito a raggiungere l’incredibile quota di 112 milioni di giocatori mensilmente attivi, incrementando di circa 20 milioni il dato che era stato invece pubblicato quasi un anno fa (ottobre 2018).

La grandissima caratteristica di Minecraft, quella che fa “impazzire” gli utenti e che spinge a stimolare la propria fantasia, è proprio quella di poter creare tutto ciò che si vuole: una casa in un qualsiasi posto, un intero territorio e tanto altro ancora. Con Minecraft si può realizzare di tutto, anche un vero e proprio apparato digerente.

30 ore di lavoro e il massimo dei voti: un progetto di “successo”

È quello che deve aver pensato uno studente, chiamato a realizzare un modello di apparato digerente per svolgere un progetto scientifico. Il giovane, che è presente sulla nota piattaforma Reddit con il nickname Yonda89, ha deciso di cimentarsi nel progetto servendosi di Minecraft, per la precisione con Minecraft Pocket Edition.

Un lavoro che ha richiesto ben 30 ore di impegno, necessarie per completare la realizzazione del modello dell’apparato digerente. Alla fine, la scelta dello studente si è rivelato decisamente azzeccata: come raccontato dallo stesso Yonda89, l’apparato digerente ha ottenuto il massimo dei voti, dimostrando per l’ennesima volta che i videogiochi, se usati nella maniera giusta, possono giocare un ruolo decisivo anche nella formazione dei ragazzi e delle ragazze.